05 May 2014

In attesa di scrivere nuovi articoli e visto che per l'autunno vi ho scritto la ricetta per il prugnolino, ho pensato di proporvi una ricetta facile facile, di grandissimo effetto...... lo spumante di fiori di sambuco. 
Una bevanda frizzante da bere rigorosamente freddissima nelle torride giornate estive. Come dice il titolo, si tratta di una bevanda che ricorda VAGAMENTE uno spumante molto dolce..... un moscato, compreso il colore, le bollicine e il colpo. Unica differenza sono le bollicine perchè lo spumante di fiori di sambuco è una creatura "irrequieta", tanto da dover essere stappata all'aperto. Ha un intenso profumo di sambuco. E' detto anche "lo spumante dei poveri" oppure "elderflower champagne".
 
Gli ingredienti sono semplicissimi, l'esecuzione facile, l'impegno è minimo....... insomma, una bibita alla portata di tutti. 
 
Vi do la ricetta per 9 litri di spumante (9 litri sono circa 13 bottiglie)
 
1) 9 litri d'acqua di fonte oppure acqua minerale naturale (quella del rubinetto non va bene!!)
2) il succo di 4 limoni + un grosso limone intero (circa 1/2 succo per litro + un limone intero a prescindere dalla quantità)
3) 900/1000 g di zucchero (circa 100 g a litro)
4) 14 fiori di sambuco (circa 1 fiore e mezzo a litro)
5) 3 cucchiai di aceto di MELE (attenzione MELE!!)..... questo ultimo ingrediente non è strettamente necessario.... se non lo avete lasciate perdere
 
Procuratevi un contenitore che possa accogliere 9 litri d'acqua e che abbia un apertura larga. Io uso un fermentatore da birra da 10 litri ma va bene qualsiasi cosa, possibilmente trasparente.
Versate l'acqua nel contenitore e fate sciogliere tutto lo zucchero. 
Spremere i 4 limoni e aggiungeteli all'acqua, assieme all'aceto di mele (solo se lo avete) e girate in modo da mescolare bene. Limone tagliato a fette
Tagliate il rimanente limone in fettine FINI e aggiungetele e girate.
Fiori di sambucoStaccare i fiori dai loro "steli" (vedi figura a lato) e raccoglieteli in un contenitore. Appena finito aggiungeteli al tutto e girate molto bene. 
La parte difficile è finita......
 
Mettete il contenitore in una zona ben illuminata e calda. Qualcuno mette il tutto al sole, ma non è necessario, un angolo illuminato e caldo della casa andrà bene.
Coprite con un panno e lasciate riposate tutto per 24 ore. Dopo un giorno mescolate nuovamente tutto con movimenti delicati (non serve mescolare velocemente e non vi preoccupare se vedete i fiori a galla.... è normale, non affondano). 
 
Il secondo giorno è tempo di filtrare!!! 
Procuratevi delle bottiglie da spumante, quelle belle robuste con il fondo ben rientrante, le trovate al consorzio a circa 1 euro l'una, poi comprate dei tappi da spumante e delle gabbiette tipo quella della foto. In alternativa, se non volete spendere nulla, usate le bottiglie di plastica dell'acqua minerale (quelle dure) con i rispettivi tappi.
Filtrate lo spumante con un panno. NON RIEMPITE COMPLETAMENTE LE BOTTIGLIE!! lasciate circa 4 dita dal tappo per evitare che la pressione spacchi le bottiglie. 
Per questo primo giorno non tapperemo le bottiglie o meglio chiuderemo solo un pochino il tappo in modo da non far passare aria (tappate solo al primo anello).
Dopo 24 ore stappate delicatamente e dovreste sentire un leggero sfiatamento...... segno che il processo di fermentazione è iniziato!
 
Sono passati 3 gg, tappate e mettete la gabbietta...... mi raccomando, ben stretta!!
Riponete le bottiglie in luogo fresco (una cantina è il luogo ideale). Dopo 15 gg potete iniziare ad assaggiare..... ma il meglio di sè lo dà dopo 1 mese.

 Lo spumante di sambuco si conserva per 4-5 mesi se conservato bene (luogo fresco, asciutto tipo cantina)

Per gustarlo metterlo in frigo molto prima di aprirla, in modo che sia molto molto freddo..... dopo un mese stappare in giardino. Si accompagna a fine pasto o assieme a dei dolci. 
 
Qualcuno dirà: "ma è alcolico?".... no, o per lo meno lo è in modo trascurabile.

Finisco con un video mentre stappo il mio "champagne" e faccio un brindisi a voi che mi seguite con la promessa di tornare presto a scrivervi su nuovi posti "insoliti".

P.S.
Se non conoscete i fiori di sambuco, fateveli indicare da qualcuno che li conosce. Il sambuco è un arbusto che cresce in zone umide, meglio se non eccessivamente assolate. Il fiore è fatto da un classico mazzetto di fiorellini bianci. Da NON confondere con alcune erbe che hanno anche loro fiori a mazzetti bianchi...... ricordatevi che il sambuco è un arbusto, un piccolo albero.