13 Nov 2011
San Rocco

Segnalo questa rappresentazione di San Rocco, fotografata in una strada di Groppodalosio. Di per se forse non dice nulla, ma leggendo la storia del santo, si scopre che la collocazione non è casuale. "È il santo più invocato, dal Medioevo in poi, come protettore dal terribile flagello della peste, e la sua popolarità è tuttora ampiamente diffusa. Il suo patronato si è progressivamente esteso al mondo contadino, agli animali, alle grandi catastrofi come i terremoti, alle epidemie e malattie gravissime". E' il protettore dei pellegrini e, quella di Groppodalosio, è proprio posta sulla Francigena, in un punto del paese in cui il percorso effettua una curva, dopo una ripida salita. La rappresentazione è quella classica: il cane ai suoi piedi con un pezzo di pane, il bastone dei viandanti. La Gamba scoperta, vuole forse far vedere le piaghe della peste, anche se da questa raffigurazione non sembrano visibili. Non sembra particolarmente antica, ma non è detto che quella non sia la sostituta di una più antica.